Cosa facciamo

Corretto stile di vita

Prevenzione Primaria

Una notevole percentuale di neoplasie ha tra le sue cause fattori esterni allo organismo che possono essere prevenuti e controllati. E’ appunto alla eliminazione di questi fattori che ci riferiamo quando parliamo di corretto stile di vita.

La LIlt diTerni è impegnata a diffondere il concetto di corretto stile di vita attraverso:

La distribuzione ai cittadini di materiale informativo su come mangiare in modo sano ed equilibrato e sull’ importanza di fare in modo costante esercizio fisico,

Infatti studi medici hanno ampiamente dimostrato che seguire queste due semplici regole allunga la vita, riduce la comparsa di malattie cardiovascolari, polmonari, neurologiche, ma soprattutto riduce la percentuale di comparsa di molti tumori.

L’esecuzione presso il nostro ambulatorio di visite nutrizionali, destinate sia a persone sovrappeso (l’obesità è una delle causa di molti tumori), ma anche a persone normopeso che vogliono imparare a mangiare sano.

Progetti di corsi di educazione alla salute ed alla prevenzione rivolti agli alunni delle scuole di ogni ordine e grado in collaborazione con gli insegnanti. .

Partecipazione alla campagne di Sensibilizzazione Nazionale come la” Settimana per la Prevenzione” che si svolge abitualmente le terza settimana di marzo e la “Giornata Mondiale senza tabacco” che si celebra ogni anno il 31 maggio.

In queste giornate di sensibilizzazione aumenta la distribuzione degli opuscoli prodotti dalla Sede Nazionale della LILT sul tema della campagna in corso e vengono aumentate le visite oncologiche precauzionali che svolgiamo abitualmente nei nostri ambulatori.

Diagnosi Precoce

Prevenzione Secondaria

Parlando di prevenzione bisogna ricordare la necessità di educare i cittadini al concetto di diagnosi precoce. Fare una diagnosi precoce, infatti, nella maggior parte dei casi significa salvare la vita dei pazienti, perche’ più è piccola e limitata una neoplasia tanto più alta è la possibilità di guarigione e tanto più semplice è l’ intervento per asportarla.

La LILT di Terni favorisce la Diagnosi Precoce:

Educando i cittadini ad eseguire gli screening (neoplasia della mammella, neoplasia della cervice uterina. Neoplasie del colon-retto)

Insegnando, attraverso la distribuzione di opuscoli specialistici, a capire quali sono i sintomi precoci più frequenti di un neoplasia in modo che si rivolgano al più presto ad uno specialista

Eseguendo presso l’ ambulatorio della propria sede visite oncologiche precauzionali gratuite

Partecipando in modo attivo alla campagne di Sensibilizzazione Nazionale quali:

La “ Campagna nastro rosa” che si svolge ogni anno per tutto il mese di ottobre ed è dedicata alla prevenzione ed alla diagnosi precoce della neoplasia della mammella.

Il “ Percorso Azzurro” che l’ anno scorso, si è tenuto dal 23 al 30 novembre ed ededicato alla prevenzione delle neoplasie dell’ apparato genitale maschile con particolare riguardo alla neoplasia della prostata e del testicolo per il quale sono eseguiti anche dei corsi di autopalpazione per i più giovani.

Visite precauzionali oncologiche

Queste visite, come già detto sono eseguite da medici volontari specialisti nelle varie branche oncologiche, vengono svolte da ciascun specialista periodicamente per tutto l’anno, con maggiore frequenza nel periodo in cui si svolge la campagna di sensibilizzazione dedicata.

Lista

Consulenze mediche

Corso di auto palpazione della mammella

Consulenza Senologica

Consulenza Urologica

Consulenza Dermatologica e mappatura dei nei

Consulenza Ginecologica

Consulenza Gastroenterologica e delle neoplasie del colon retto

Consulenza Disturbi Alimentari e Corretta Alimentazione

Consulenza disturbi e prevenzione neoplasie della tiroide

Centro Ascolto Psicologico

Sportello Assistenza Legale

Corso di ginnastica adattata online per le donne operate al seno

Laboratorio creativo di cucito

Per prenotazioni telefonare al numero 0744-431220 dalle 9.30 alle 12.30 dal lunedì al venerdì oppure scrivere a info@legatumoriditerni.it

In alternativa è possibile scrivere un SMS o WhatsApp al numero di cellulare 3480386355.

Terni

Prendersi cura della persona

Prevenzione Terziaria

La Prevenzione Terziaria è relativa non tanto alla prevenzione della malattia in sé, quanto ai suoi esiti più complessi. La prevenzione in questo caso è quella delle complicanze, delle probabilità di recidive di una pregressa malattia. Spesso è legata alla gestione dei deficit e delle disabilità funzionali consequenziali o a uno stato patologico o ad un esito della malattia o delle cure.

La prevenzione terziaria del tumore ha anche lo scopo e la finalità di reintegrare - dove necessario - il paziente in famiglia e nella società. Si intende quindi un completo accompagnamento del paziente nell'uscita dalla malattia migliorandone la qualità di vita.

Per ottenere ciò la LILT promuove:

L’esercizio fisico. E’ ormai scientificamente provato che l ‘attività fisica, eseguita dopo la fine dei trattamenti medici,non solo migliora le funzioni muscolo scheletriche e quelle cardiovascolari,ma riduce, in certe neoplasie, la comparsa di recidive con conseguente allungamento della vita del paziente.

Per questo motivo da molti anni la LILT di Terni collabora con la Fondazione Ceffas per corsi di ginnastica dedicati ed adattati alle donne operate al seno.

Consulenza Psicologica e legale.Presso la nostra sono attivi tutto l’anno lo Sportello di Ascolto Psicologico per le persone che hanno affrontato la malattia oncologica, per i familiari e per i cargivers e lo Sportello di Assistenza legale per la difesa dei diritti del malato oncologico.

Durante il Lockdown sia lo sportello di Ascolto Psicologico che lo Sportello di Assistenza Legale sono stati portati avanti con consulenze telefoniche.

Manifesto

Diritti del malato oncologico

1) Essere preso in cura dalla cominutà in cui vive, con accesso tempestivo alle mogliori cure specialistiche.
2) Scegliere il luogo per la diagnosi e le terapie.
3) Accedere ai trattamenti sanitari in base al bisogno e non alla capacità di pagare per essi.
4) Conservare il posto del lavoro, indipendentemente dai periodi di degenza e delle giornate di day hospital usufruiti per l'esecuzione delle terapie.
5) Riconsiderare il trattamento economico pieno, relativo al periodo necessario
6) Vedersi assegnate mansioni compatibili con l'eventuale riduzione della capacità lavorativa
7) Fruire di possibilità di concessione di un ulteriore periodo di aspettativa e di poter essere utilizzato in mansioni equivalenti nell'ambito della stessa categoria.

Terni