IL VOLONTARIO LILT


Il Volontario è l'anima della LILT. E' una risorsa preziosa che, ogni giorno, attraverso piccoli gesti contribuisce alla missione della LILT : vincere il cancro attraverso la Prevenzione, ma anche prendersi cura del malato oncologico, alleviandone le sofferenze e condividendone la gioia della guarigione. 
Il Volontario collabora alla realizzazione delle attività per la Prevenzione Primaria e Secondaria e dà il proprio contributo alla lotta al cancro sensibilizzando la popolazione ad assumere corretti stili di vita (sana alimentazione,lotta al tabagismo e alla cancerogenesi ambientale e professionale) e fornendo informazioni sull'importanza dell'anticipazione diagnostica.
Presta la propria opera presso le sezioni dislocate su tutto il territorio nazionale e se ha un indole meno orientata al contatto umano, può comunque dare un contributo altrettanto importante dedicandosi ad attività amministrative e di segreteria che supportano i servizi rivolti allapopolazione o può promuovere ed organizzare eventi e raccolte fondi che consentono di aiutare lo sviluppo della ricerca oncologica e l'acquisto di strumenti e mezzi destinati all'anticipazione diagnostica o alla cura.



DIVENTARE VOLONTARIO


Tutti possono contribuire: donare un po' del proprio tempo libero non costa nulla, ma per chi lo riceve- quel poco di tempo- può significare molto.


LE TIPOLOGIE E I COMPITI DEL VOLONTARIO
SEZIONE PROVINCIALE DI TERNI


    LA RACCOLTA FONDI
Organizza e partecipa alle attività di Promozione/Prevenzione: allestisce ed è presente negli stand, coinvolge il pubblico, divulga materiale informativo, raccoglie fondi. Collabora alla definizione di strategie raccolta fondi, organizza e promuove la LILT presso istituzioni e organizzazioni. Attua  interventi di sensibilizzazione per la diffusione della cultura della Prevenzione presso scuole, uffici, organizzazioni. Il Volontario impegnato nell'attività di raccolta fondi sa scegliere e predisporre le modalità di azione migliori per un adeguato raggiungimento dell'obiettivo. É capace di relazionarsi agli altri in maniera armonica, costruttiva ed efficace all'interno del contesto di riferimento. Riesce a muoversi sia in situazioni formali che informali, a esprimere in modo chiaro ed esauriente idee e concetti anche complessi. Affronta con entusiasmo ed energia compiti e situazioni anche difficili.


    PREVENZIONE E DIAGNOSI PRECOCE
Fornisce informazioni per orientare ai servizi di Prevenzione; collabora nella gestione dei servizi di Prevenzione. Il Volontario che si dedica a questa attività è in grado di instaurare relazioni interpersonali ed di mettere l'altro a proprio agio. Entra in empatia con l'interlocutore e si adatta al suo modo di comunicare.
É disponibile a tenersi costantemente aggiornato tramite la lettura di riviste, lo studio individuale, il mantenimento di relazioni professionali.


    ATTIVIT
Á D'UFFICIO
Presso gli uffici LILT svolge una attività di segreteria per presidiare la sede, fornire informazioni, preparare materiali informativi, inserire e integrare dati al computer. Il Volontario che si impegna in questa mansione mette a dispoisizione la propria esperienza e la propria competenza organizzativa. Di fronte alle difficoltà assume atteggiamenti e comportamenti equilibrati che gli consentono una gestione efficace delle relazioni.



IL CODICE DEONTOLOGICO DEL VOLONTARIO


Il Codice Deontologico del Volontario costituisce un documento importante che, da una parte guida il Volontario nella sua insostituibile opera sociale ed attività di sostegno e dall'altra dà forma alla filosofia che sta dietro all'essere Volontario LILT.
É un documento costituito da 10 articoli.

                                                        ● Art. 1 ●

Il Volontario opera per il benessere e la dignità della persona e per il bene comune, sempre nel rispetto dei diritti fondamentali dell'uomo. Non cerca di imporre i propri valori morali

                                                        ● Art. 2 ●

Rispetta le persone con cui entra in contatto senza distinzioni di età, sesso, razza, religione, nazionalità, ideologia o censo

                                                        ● Art. 3 ●

Opera liberamente e dà continuità agli impegni assunti ed ai compiti intrapresi

                                                        ● Art. 4 ●

Interviene dov'è più utile e quando è necessario, facendo quello che serve e non tanto quello che lo gratifica

                                                        ● Art. 5 ●

Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore

                                                        ● Art. 6 ●

Collabora con gli altri volontari e partecipa attivamente alla vita della sua Organizzazione. Prende parte alle riunioni per verificare le motivazioni del suo agire, nello spirito di un indispensabile lavoro di gruppo

                                                        ● Art. 7 ●

Si prepara con impegno, riconoscendo la necessità della formazione permanente che viene svolta all'interno della propria Organizzazione

                                                        ● Art. 8 ●

É vincolato all'osservanza del segreto professionale su tutto ciò che gli è confidato o di cui viene a conoscenza nell'espletamento della sua attività

                                                        ● Art. 9 ●

Rispetta le leggi dello Stato, nonché lo statuto, il regolamento e il codice etico della sua Organizzazione e si impegna per sensibilizzare altre persone ai valori del volontariato

                                                        ● Art. 10 ●

Svolge la propria attività permettendo a tutti di poterlo identificare. Non si presenta in modo anonimo, ma offre la garanzia che alle sue spalle c'è un'Organizzazione riconosciuta dalle leggi dello Stato



 
 
 
  Site Map